18/01/2018, 11:59



STOP-AL-CYBERBULLISMO:-Conosciamo-il-nemico-per-combatterlo!


 



Negliultimi anni, abbiamo assistito ad un’imponente evoluzione tecnologica e ad unforte cambiamento delle modalità di comunicazione e di relazione tra gli individui.La velocità delle evoluzioni tecnologiche ha fatto sì che non si riuscissero adistinguere in maniera consapevole comportamenti ammissibili in rete da quelliproblematici e dannosi. Parallelamente ad un uso consapevole ed intelligentedella rete internet spesso assistiamo ad un uso distorto ed improprio di quest’ultima,che in alcuni casi può portare a gravi conseguenze. Ed è a tal proposito che inquesto articolo ci soffermeremo su uno dei fenomeni sociali più pericolosidegli ultimi tempi: il cyberbullismo. Si tratta di un fenomeno molto complessosimile al bullismo tradizionale che presenta delle caratteristiche inedite chelo rendono un fenomeno fuori controllo, del quale è difficile stabilire iconfini. La specificità del cyberbullismo risiede nelle modalità di trasmissionedel messaggio denigratorio o aggressivo, che a differenza del bullismotradizionale non avviene di persona ma attraverso la rete. Ogni qual volta che ilmateriale, oggetto di queste violenze, finisce in rete è difficile che vengarimosso o cancellato, questo fa sì che la vittima, si senta ancora piùimpotente rinforzando lo sbilanciamento di potere tra gli attori coinvolti ... ilbullo e la vittima! Il disimpegno morale e la mancanza di empatia, checaratterizzano il comportamento del bullo online, potenziano l’impatto negativoche queste azioni comportano. I fattori che maggiormente intimoriscono lavittima sono l’anonimato del aggressore e l’assenza di coordinate spazio -temporali. Oltre al persecutore e alla vittima, assistiamo alla piena partecipazionedi tutti quegli "spettatori", i cosiddetti bystanders che osservano il fenomenoma non intervengono a favore della vittima, e condividendo il video e le fotosui social network, alimentano la portata della sua pericolosità, dando vita adun vero e proprio processo di vittimizzazione. Le conseguenzepsicologiche del cyberbullismo sono facilmente deducibili. Si spazia,infatti, dalla vergogna e dall’imbarazzo all’isolamento sociale dellavittima, senza tralasciare varie forme depressive, attacchi di panico eatti estremi come i tentativi di suicidio. Nella dimensione virtuale,gli atti di bullismo spesso non possono essere cancellate o, se vengonoeliminate, hanno comunque già raggiunto una diffusione capillareincontrollabile. Il cyberbullismo genera, quindi, feriteinguaribili proprio perché il fenomeno si autoalimenta ed èimpossibile da controllare per il singolo. Lo scopo principale di tale articolo,è quello di chiarire il concetto stesso di cyberbullismo, perché soloconoscendo con precisione il nemico, lo si può prevenire e combattere piùefficacemente!


1

Invia il tuo contributo al nostro blog

Create a website