25/01/2018, 12:00



L’-UTOPIA-di-una-vita-migliore-in-un-paese-lontano!-


 



Immaginate di trovarvi in un caldo pomeriggio di giugno, soffocati da un’afa opprimente, sommersi da un carico di timori e paure troppo pesanti per la vostra giovane età, avete da poco riposto i vostri pochi averi in uno zaino, state per salutare i vostri cari e dire addio a quell’angolo di mondo che vi ha visto nascere e crescere, per imbarcarvi verso un viaggio che vi porterà nell’ignoto. Una costante accomuna le centinaia di migliaia di migranti che quotidianamente salpano dalle coste africane: L’UTOPIA di una vita migliore in un  paese lontano. Provate a liberarvi delle vostre certezze ed egoismi per mettervi nei panni di un sedicenne partito dal Gambia o dal Senegal, che dopo aver attraversato il continente africano in lungo e in largo si trova a gettar un ultimo sguardo verso la terra che gli ha dato tanto, ma in fondo cosi poco. Il cuore colmo di dolore, dato dalla consapevolezza di non vedere i propri cari per molto tempo, la paura dell’ignoto mitigata dalla speranza. Avendo avuto modo di vivere la quotidianità con alcuni di questi giovani viaggiatori, sono rimasto impressionato dalla superlativa capacità di resilienza che essi posseggono: difficilmente qualcosa li abbatte, non vi sono ostacoli insormontabili. Niente toglierà loro il piacere di sorridere e condividere davanti a una tavola ben imbandita, di gioire per le piccole cose. LORO, sono qui per restare, per guadagnarsi il proprio posto nel mondo, proprio come noi, proprio come chiunque altro.


1

Invia il tuo contributo al nostro blog

Create a website